Visual Poetry

Anche nell’ambito delle lingue straniere, in questo caso la lingua inglese, è importante apprendere sperimentando e attivando la creatività. Così, in una XII classe, l’insegnante, Silvia Zaffino, ha proposto un lavoro di Poesia Visuale, cioè costruita giocando graficamente con  le parole e le forme o  immagini che il loro significato evocava. I risultati sono ricchi e interessanti, anche se ciò che più conta, come sempre, è il processo vissuto dagli allievi.

 

SPERIMENTAZIONE LINGUISTICA IN INGLESE – XII CLASSE

SQUARE POEM

Stephen Morris, poeta inglese nato negli anni cinquanta ed attivo specialmente negli anni settanta e ottanta, abbina poesia ed arte visiva nelle sue opere riunite sotto il nome di “Visual Poetry”.  Meditando sul suo poema Square Poem ho deciso di cogliere la provocazione.

Eliminando l’immagine del quadrato, abbiamo provato a rappresentare un’altra poesia dal titolo Wargame. Ho scelto questa poesia poiché presenta un vortice di paradossi che ben rappresentano la sottile e fragile condizione che porta alla pace. Abbiamo riflettuto sul concetto di pace ma anche sul concetto di paradosso ed assurdo: come mai una condizione pacifica scaturisce da una condizione antitetica?

WARGAME
The peace before the calm
Before the war
Before the peace
Brings the peace
And the calm of peace
Before the war.
The peace before the war
Before the calm
Brings the peace
Which follows the war
That follows the calm
Which comes before the peace.
The calm that ends the war
Brings the peace
To an empty world.

 

ESEMPI DI POESIE VISUALI sul tema Wargame
(clicca sul titolo per andare a vedere l’immagine)

WARGAME_LOUIS
WARGAME TOBIA
WARGAME MARCO

 

E poi abbiamo provato a creare dei semplici ma efficaci Visual Poems. Eccoli:

 

[gmedia id=50]